Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

“La cultura è come l’acqua in cui il pesce nuota: il pesce vede attraverso l’acqua, ma non la vede come tale”

Linton in Coppo, 2003

La migrazione è un progetto esistenziale e un processo complesso che comincia ben prima della partenza e non si conclude con l’arrivo nel paese di accoglienza, che tocca profondamente il senso di coerenza della persona, ingaggia in importanti processi di ridefinizione identitaria e determina una fragilizzazione dell’involucro culturale.

Ogni progetto migratorio è a sé stante, contiene una diversa strategia e diversi ordini di motivazioni. Esso porta con sé difficoltà specifiche che incidono sulla salute, legate alle condizioni abitative e lavorative precarie, al senso di instabilità esistenziale correlato all’eventuale condizione di clandestinità, che rende difficile accedere ai servizi sanitari e alle risorse materiali, ma che riguarda anche la possibilità di ridefinire e radicare il proprio senso di identità.

Il processo di inserimento richiede di attivare risorse importanti per comprendere un differente contesto culturale dalle regole implicite tutt’altro che scontate, a cui è necessario adattarsi senza smarrirsi: è in questo momento che la “doppia assenza” può diventare “doppia presenza”.

  • Persone che desiderino accedere a percorsi di cura
  • Persone che necessitano un orientamento sanitario e legale
  • Donne, uomini e coppie di genitori che vivono o vogliono vivere la genitorialità
  • Giovani di seconda e terza generazione in equilibrio tra più appartenenze
  • Famiglie che hanno il desiderio di ricongiungersi (ricongiungimento famigliare)
  • Adulti in cerca di occupazione e di formazione
  • Persone che hanno vissuto abusi, maltrattamenti, violenze e traumi
  • Persone che hanno subìto episodi di discriminazione

Offriamo percorsi individuali, di coppia e/o di gruppo (con mediatrici madrelingua)

  • Segretariato sociale e orientamento alla cura
  • Spazi di ascolto e counselling
  • Percorsi di psicoterapia
  • Percorsi di sostegno e supporto psicologico, pedagogico e sociale
  • Consulenze sanitarie (ostetrica, osteopata)
  • Percorsi di arteterapia
  • Percorsi di benessere psicofisico (meditazione, mindfulness, training autogeno, ecc)
  • Momenti di incontro e socializzazione interculturali

Germogli intende offrire uno spazio di cura, ascolto e confronto sui temi della migrazione vista nella sua interezza e complessità ma anche nell’ottica di attivare le risorse psicologiche, sociali e culturali per promuovere percorsi efficaci di ridefinizione identitaria.

Un ponte fra culture si occupa della presa in carico di migranti di qualsiasi provenienza, con particolare attenzione agli adulti, agli adolescenti e alle famiglie.

Germogli garantisce un approccio transculturale, multiprofessionale e integrato e per questo si avvale del supporto professionale delle proprie operatrici: Psicoterapeuta, Assistente Sociale, Pedagogista, Ostetrica, Osteopata, Arteterapeuta.

Poter accedere ai servizi sanitari e sociali si rivela fondamentale per attivare processi di autonomia e acculturazione, ed è evidente la necessità di ripensare le modalità, gli strumenti, l’ottica che sostiene la presa in carico, di lettura dei bisogni e dei vissuti. Prenderci cura delle persone che incontriamo guidati da un principio olistico richiede necessariamente di interrogarsi sugli intrecci e sulle interazioni circolari e reciproche esistenti tra il senso che si muove “dentro” e la cornice che sta “fuori”.

UN PONTE FRA CULTURE

Migrazione, identità ed appartenenze

SGUARDI DI CURA

Donne, Lgbtq, sessualità e riproduzione

BENESSERE CORPO-MENTE

Equilibrio e consapevolezza

CONTRASTO ALLE MARGINALITA’

Contrasto agli stereotipi e alla discriminazione

RELAZIONI FAMILIARI E CICLO DI VITA

Sostegno alle famiglie

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.